Dove siamo
Condividi
B&B

Casa Gentili

Prenota ora, contatta l'agenzia

Irene e Raffaella
Agenzia di viaggio
DMC, il tuo contatto locale
By submitting this form, you accept the Mollom privacy policy.
ville storiche

Un angolo per pensare, leggere, scrivere e rilassarsi, immersi nel fascino genuino di un ambiente storico.

A casa Gentili si può venire per tanti motivi: scoprire cosa si nasconde dietro l'originario muro di cinta, visitare il giardino ombreggiato dalle piante secolari, farsi suggestionare da una natura antica e curata. Si può venire per godere del tempo dell'ozio o spinti dal desiderio di convivialità intorno al grande tavolo di cedro del libano che, un tempo, abbracciava gli spazi con la sua imponente presenza.

Casa Gentili
Via dei Molini, 14 - Avane (PI)
+39 320 4122440
marco.gentili@casagentili.com
www.casagentili.com

  • La facciata della villa - secolo XVI
    La facciata della villa - secolo XVI
  • Un angolo per pensare e leggere all'ombra delle betulle
    Un angolo per pensare e leggere all'ombra delle betulle
  • Una piacevole vista sul giardino, dall'ingresso a piano terra
    Una piacevole vista sul giardino, dall'ingresso a piano terra
  • La suite dove prima erano gli uffici del pastificio
    La suite dove prima erano gli uffici del pastificio

A casa Gentili si può venire anche per vivere un'esperienza di soggiorno in una dimora unica, in cui gli elementi architettonici del vecchio pastificio si mescolano con elementi di design contemporaneo e con gli antichi mobili di famiglia, creando camere e ambienti di grande suggestione. Si può venire per ascoltare un concerto, vedere uno spettacolo nell'ambito del progamma estivo “Una sera insieme nel parco” o per riscoprire antichi saperi con i corsi per imparare ad intercciare i tradizionali cesti toscani in vimini.

A Casa Gentili sono nato e cresciuto, abitando l'antica dimora di Avane dove la mia famiglia si è trasferita più di un secolo fa, proseguendo la produzione della pasta iniziata nella vicina Pontasserchio.

Gli antichi elementi architettonici caratteristici del fabbricato sono in totale armonia e coerenza con la sua storia e la sua funzione passata di pastificio. Con la funzione dell'ospitalità, si sono ricreati i legami con le persone e le realtà del territorio, legami che un tempo erano parte integrante della vita della casa, dei terreni circostanti e del piccolo opificio a conduzione familiare.

Nell'ambito del GAS (Gruppo di Acquisto Solidale), assieme ad altre famiglie, produciamo il pane; questo atto di condivisione ci permette di avere un prodotto fatto in casa e di mantenere i rapporti con la comunità. Anche la raccolta delle noci del nostro giardino, nel mese di ottobre, ci fornisce materiale da baratto, un modo semplice e antico per avere a disposizione prodotti casalinghi e naturali.

Il pastore, che gli ospiti incontrano passeggiando sull'argine del fiume, fornisce la ricotta fresca per le colazioni. Lui e tutte le altre persone della comunità locale creano il contesto familiare nel quale i viaggiatori si muovono a loro agio come se avessero sempre vissuto nella antica dimora di famiglia. È come se la storia di questo territorio diventasse anche la loro.