Dove siamo
piccoli gruppi/viaggiatori indipendenti
-
14 tappe

92 km
-
Difficoltà: 
facile

Itinerario del romanico sul Monte Pisano

01
Pieve dei Santi Ermolao e Giovanni
E' collocata nella Valgraziosa, così detta per la sua felice posizione geografica.
02
Pieve di Santa Giulia
Immersa nella campagna pisana è situata appena fuori l’abitato di Caprona, un tempo dominato dalla fortezza di dantesca citazione.
03
Pieve di Santa Maria e San Giovanni Battista
Direttamente dipendente dal vescovo pisano, le sue forme architettoniche e decorative richiamano quelle della cattedrale pisana.
04
Chiesa di San Jacopo in Lupeta
Si trova a mezza costa sul monte, immersa tra i verdi oliveti che segnano il paesaggio circostante.
05
Chiesa di Santa Maria della Neve
Secondo un'antica tradizione la chiesa sarebbe stata costruita dalla setta dei "Liberi muratori".
06
Chiesa di San Bartolomeo
Risalente all'XI sec., a navata unica con abside, è stata alterata nel corso dei secoli.
07
Chiesa vecchia di San Leonardo in Treponzio
Edificata alla fine dell'XI sec., condivide con la basilica di Sant'Alessandro a Lucca il recupero di una spazialità di tipo basilicale.
08
Pieve di San Giovanni Battista (Pieve vecchia)
La decorazione del paramento e il motivo della facciata a doppio ordine di loggette cieche rimandano a soluzioni decorative di origine pisana.
09
Pieve di Santa Maria Assunta (Pieve nuova)
Nella partizione della facciata a doppio ordine di arcate, l'edificio trova riscontro nella cultura architettonica lucchese dell'epoca.
10
Chiesa di San Michele in Escheto
I fianchi e l'abside, a grandi conci squadrati in calcare bianco, con il paramento pausato da lesene, mantengono i caratteri originari.
11
Chiesa di Santo Stefano promartire
La chiesa nella sua forma attuale risale al 1600 e fu consacrata il 3 agosto del 1660.
12
Chiesa di Sant'Andrea apostolo
Già attestata nell'VIII sec., fu incorporata nella nuova struttura riedificata a tre navate e con una nuova abside nella prima metà del XII sec.
13
Pieve di Santa Maria e San Giovanni Battista
L’edificio, considerato tra i più antichi esempi del romanico nel territorio pisano, si presenta in semplici forme, prive di decorazioni scultoree.
14
Pieve di San Marco
Circondata dalle verdi e rocciose pareti del Monte Pisano, la pieve di Rigoli rappresenta uno degli esempi più significativi del romanico pisano sul territorio.
In auto o in moto alla scoperta dell'architettura romanica religiosa alle pendici del Monte Pisano.

Questo itinerario si snoda alle pendici del Monte Pisano e ha inizio da San Giuliano Terme, luogo ideale di partenza per dividere il percorso in due o più giornate o per formare un grande anello. Quattordici sono, tra chiese e pievi, le tappe del romanico proposte.

Periodo dell'arte medievale europea compreso tra XI e il XIII secolo, il romanico si sviluppa in Toscana in varie città come Pisa, Lucca, Pistoia, Arezzo, Firenze e in numerosi centri rurali. In particolare a Pisa, si sviluppò uno stile architettonico romanico, il romanico pisano. Questo stile si formò nei cantieri di Piazza del Duomo e da lì si irradiò ad altre chiese cittadine, alla Corsica e Sardegna (territori controllati dalla Repubblica di Pisa) ed alla Toscana.

1° Giorno

San Giuliano – Calci – Vicopisano – Buti – Compitese – Santa Maria del Giudice
Lunghezza: 68 km
Tempo di percorrenza: 6 ore (con le soste)

Da San Giuliano si percorre la SP 30 verso Calci dove si può osservare la Pieve dei Santi Ermolao e Giovanni per poi raggiungere a Caprona la Pieve di Santa Giulia. Ci si sposta quindi a Vicopisano con la Pieve di Santa Maria e San Giovanni Battista e la vicina Chiesa di San Jacopo in Lupeta. Si percorre la Via Butese attraversando la località Castel di Nocco fino a raggiungere Buti e la Chiesa di Santa Maria della Neve a Panicale lungo la SP 56 del Monte Serra.

Si ritorna verso valle e attraversata nuovamente Buti, si imbocca la SP 38 fino a raggiungere la strada di lungomonte (SR 439) in direzione Lucca. A Colle di Compito si effettua una deviazione verso Ruota per osservare la Chiesa di San Bartolomeo per poi ridiscendere e proseguire fino a raggiungere la Chiesa vecchia di San Leonardo in Treponzio. Si percorre quindi la Via di Sottomonte per poi dirigersi a Santa Maria del Giudice con la Pieve di San Giovanni Battista (Pieve vecchia). Da qui si può rientrare a San Giuliano Terme o proseguire l'itinerario.

2° Giorno

San Giuliano – Santa Maria del Giudice – Gattaiola – Pugnano – Rigoli
Lunghezza: 31 km
Tempo di percorrenza: 4 ore (con le soste)

Da San Giuliano Terme si percorre la Via Statale Abetone e Brennero fino a Santa Maria del Giudice per visitare la Pieve di Santa Maria Assunta (Pieve nuova). Ritornati sulla Statale si prosegue, con una breve diaviazione, fino alla Chiesa di San Michele in Escheto. Si sta esplorando una parte del Monte Pisano poco conosciuta, tra stradine strette e luoghi affascinanti. Si prosegue in direzione di Gattaiola ed effettuando nuovamente una deviazione si raggiunge Pozzuolo e la Chiesa di Santo Stefano promartire.

Tornati a valle si prosegue fino a Gattaiola con la Chiesa di Sant'Andrea apostolo. Si prosegue in direzione di Meati e Cerasomma fino a raggiungere Ripafratta e la località Pugnano dove si può osservare la Pieve di Santa Maria e San Giovanni Battista. Lungo la Via Statale Abetone si raggiunge Rigoli e la Pieve di San Marco, ultima tappa di questo itinerario. 

Prova queste esperienze

Conosci il territorio e le sue persone, scegli cosa fare in un solo giorno o in un soggiorno prolungato.

Un patrimonio storico e culturale di grande rilievo, Il benessere alle terme dei Granduchi e il gusto dei sapori mediterranei

Validità: tutto l'anno • Stile: cultura • Durata: 3 giorni / 2 notti
Prezzo a partire da: 330
Prenota adesso