Latest Posts
Top
 

Percorsi cicloturistici

5 percorsi tra cui poter scegliere tra lago, mare, collina e città d’arte.

BORGHI E PIEVI DEL MONTE PISANO

Un itinerario da fare in uno o due giorni, dormendo nei pressi di Calci per dedicarsi alla visita della sua Certosa.

Da San Giuliano Terme, piccolo paese alle pendici del Monte Pisano, si parte alla volta di Asciano dove si può ammirare l’acquedotto Mediceo che si protende dal Monte in direzione Pisa: venne costruito dal granduca di Toscana Ferdinando I de’ Medici per portare l’acqua a tutte le fontanelle della città. Una volta passati sotto l’acquedotto, si procede su un sentiero immerso nel verde che porta direttamente al paese di Calci dove sorge il maestoso complesso Monastico meta principale dell’escursione.

Il complesso fu fondato intorno al 1300 e al suo interno un tempo vivevano i monaci in clausura. Oggi vi ha sede il Museo di Storia Naturale e, appunto, la Certosa Monumentale. Qui, una volta goduto del panorama con il Monte che svetta alle spalle del Monastero, è possibile visitare l’intero complesso. Dopo la visita è il momento di una merenda a base di prodotti locali per rifocillarsi prima di mettersi di nuovo in sella e decidere se pernottare in agriturismo spezzando in due giorni l’itinerario, oppure proseguire l’anello chiudendolo a San Giuliano dopo una lunga pedalata nella zona del sottomonte.

Scopri tutte le proposte in bicicletta!

MASSACIUCCOLI: LA RISERVA, IL LAGO ED I RESTI ROMANI

Partendo da San Giuliano Terme, si procede in direzione della pista ciclopedonale Puccini, una via che si protrae lungo le sponde del fiume Serchio dall’alta lucchesia fino al lago di Massaciuccoli, nostra destinazione. Lungo la prima parte del percorso, da San Giuliano Terme, si possono ammirare diverse Ville storiche per poi, una volta arrivati a Rigoli, imboccare la pista ciclabile che costeggia il fiume Serchio tra paesini, ponti e campi che si estendono per chilometri fino a Massarosa.

Qui, una volta superata l’ultima parte di strada non ciclopedonale (ma con poco traffico), si arriva a Massaciuccoli dove possiamo parcheggiare le biciclette in Via del Porto, presso l’Oasi Lipu ( a disposizione gratuitamente potrete trovare un bagno e una fontana per il rifornimento di acqua potabile). Per prima cosa possiamo ammirare il Monte Balbano ed i resti della Massaciuccoli Romana, oggi museo a cielo aperto, fino a salire verso il piazzale della pieve di San Lorenzo.

Infine, si possono parcheggiare le biciclette e procedere lungo il percorso in legno sospeso sopra il lago, ammirando flora e fauna di questo splendido posto in un piccolo anello a piedi che si snoda dall’Oasi. A pochi passi dal lago, si trovano un paio di ottimi ristoranti dove mangiare! Per raggiungere Torre del Lago o fare un’escursione in barca occorre prenotare in anticipo e verificare l’orario delle corse.

Scopri tutte le proposte in bicicletta!

DA SAN GIULIANO TERME A LUCCA CON LA CICLOVIA PUCCINI

Raggiungiamo Lucca per la Ciclovia Puccini e rientriamo a San Giuliano Terme attraversando il Monte Pisano scoprendone angoli nascosti e viste mozzafiato.

Da San Giuliano raggiungiamo Lucca per la facile e piacevole Ciclovia Puccini, che risale il fiume Serchio tramite il parco fluviale,  fino a portarci a percorrere il tratto di Via Francigena che entra in Lucca. Alla città si accede facilmente attraverso una delle tante porte di accesso alla antiche mura urbane e se ne percorrono strade e vicoli che si intrecciano alla scoperta dei luoghi di interesse. Si può scegliere anche di percorrere l’anello sopraelevato sulle mura che per circa 4 Km sovrasta la città e permette di ammirarne ogni angolo.

Qui possiamo decidere se terminare il percorso, optando per un pick-up o rientrare a San Giuliano per la stessa via dell’andata oppure dirigersi verso il Monte Pisano ed andarlo a superare attraverso un dedalo di sentieri che sapranno offrire: panorami, viste, incontri con simpatici animali della fauna locale e sali-scendi mozzafiato. Si ricorda che è possibile concordare un pick-up anche in uno dei Punti tappa descritti sul percorso nel caso non si volesse terminare tutto l’itinerario

Scopri tutte le proposte in bicicletta!

MARINA DI PISA: ORIZZONTI DI MARE IN SELLA DAL MONTE PISANO

Da San Giuliano a Marina di Pisa, collegando Piazza dei Miracoli, San Piero a Grado e  Bocca d’Arno.

Da San Giuliano Terme si sale in sella con direzione Pisa tramite la Via di Gello, in un paesaggio di campagna, in cui si possono ammirare spesso aironi e garzette. Il Monte Pisano rimane alle nostre spalle mano a mano che ci avviciniamo alla zona urbana: in un attimo siamo a scoprire la “Piazza dei Miracoli” dove grazie ad una doverosa sosta, ci possiamo concedere una pausa caffè e qualche foto al complesso monumentale che rende famosa questa piazza in tutto il mondo. Ripartendo attraversiamo l’Arno, non prima di aver scorto e ammirato altre bellezze architettoniche dei lungarni come la chiesa di Santa Maria della Spina, La Cittadella ed i vari palazzi storici.

Da qui andiamo a ripercorrere l’antico tracciato del “trammino” che dal 1892 al 1935 collegava Pisa con la Marina, via San Pietro a Grado. L’arrivo alla Marina, con lo scenario delle Alpi Apuane sullo sfondo di Bocca d’Arno, è degna conclusione di questa facile ma panoramica traversata; qui infatti troverete un porticciolo turistico dove poter fare un aperitivo in riva al mare o passeggiare a piedi nudi sulla sabbia del litorale.

Scopri tutte le proposte in bicicletta!

DA SAN GIULIANO A LUCCA E RITORNO, SCOPRENDO IL COMPITESE

Da San Giuliano Terme affrontiamo immediatamente la salita per il “Passo di Dante”, così chiamato per ricordare la citazione del sommo poeta che si riferì al “monte per chè i Pisan veder Lucca non ponno”.

Una targa sul passo ricorda la citazione. Da qui si scende in territorio lucchese passando di fronte alla bella pieve di Santa Maria del Giudice per andar poi ad innestarsi sul sentiero lungo le arcate dell’Acquedotto del Nottolini. Raggiunta la città di Lucca una pausa per esplorarne in sella le piazze, le chiese e le sue vie sarà doverosa. Una volta ammirata la città seguiamo verso una delle uscite dalle mure urbane percorrendo la Via Francigena fino a Capannori.
Da qui intraprendiamo il percorso del Compitese, che ci porta a scoprire i “Borghi delle camelie” prima di pedalare nuovamente verso il Monte solcandone le strade sterrate di crinale fino all’altezza di San Giuliano Terme, dove l’anello si chiude.

Consigliato percorrere l’itinerario in due giorni, fermandosi a San Ginese di Compito presso la sua Locanda, per un assaggio di ospitalità (e magari una ricarica alla batteria dell’e-bike!).

Scopri tutte le proposte in bicicletta!

Non perderti niente sul Monte Pisano! Iscriviti alla nostra newsletter.

Dichiaro di aver letto e accettato la privacy policy