Latest Posts
Top

Oasi Dune di Tirrenia

L’area dunale più preziosa della Tenuta di Tombolo, all'interno del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli si trova a Tirrenia, in una zona del litorale gestita dal WWF che non presenta l'uniforme pineta delle zone limitrofe ma un rigoglioso sviluppo di macchia mediterranea. L'area, estesa su circa 20 ettari, è attraversata da alcuni stradelli che conducono alla spiaggia, in parte libera ed in parte occupata da stabilimenti balneari. Le dune costiere ed i camminamenti sono...

Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciucoli

Il Parco Migliarino San Rossore Massaciuccoli si estende lungo la fascia costiera delle province di Pisa e Lucca in un’area anticamente lagunosa e paludosa. La zona è stata colmata nel tempo dai detriti portati dai fiumi Serchio e Arno e dal Mar Tirreno, ma il territorio è frutto anche dell’opera dell'uomo, che nei secoli ha regimentato i corsi d‘acqua e bonificato i terreni. I primi lavori di bonifica furono eseguiti dai...

Oasi LIPU Massaciuccoli

La LIPU svolge molte attività tra le quali quelle di educazione ambientale e monitoraggio attraverso le ricerche scientifiche, come la nidificazione o lo svernamento di alcune specie avifaunistiche rare, la conservazione degli habitat peculiari della riserva e l’aumento della presenza di alcune specie floristiche molto rare. La “Riserva Naturale del Chiarone” fu istituita nel 1979 con la nascita del Parco Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli. Nel 1985 fu affidata alla Lega Italiana...

Oasi Bosco di Cornacchiaia

Situata all'estremità meridionale della Tenuta di Tombolo e all’interno del Sito di Importanza Comunitaria (SIC) denominato Selva Pisana, troviamo l’Area Naturale Protetta Bosco di Cornacchiaia. Anche qui, oltre che nella Tenuta di Tombolo, possiamo apprezzare la caratteristica alternanza di tomboli e lame, ovvero cordoni di dune sabbiose separati l’uno dall’altro da depressioni. Il Bosco di Cornacchiaia rappresenta la parte di foresta del Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli dove meno incisive sono state le alterazioni da parte dell'uomo e degli animali...

Monte Castellare

Esteso su una superficie di 237 ettari, il sito del Monte Castellare conserva un interessante insediamento etrusco-alto medievale ancora in fase di scavo e di studio e i ruderi di un'antica dimora, punto di arrivo di una rete sentieristica, situata in una posizione dalla quale si può godere di un suggestivo panorama che spazia dalle colline livornesi ai monti liguri, dalle isole dell'arcipelago toscano (Gorgona e Capraia) fino alla Corsica. L’area,...

Camellietum Compitese

Il Camellietum Compitese nasce nel 2002, anno della XV Mostra Antiche Camelie della Lucchesia, quando la comunità di S. Andrea e Pieve di Compito, di concerto con l’amministrazione comunale di Capannori, decide di creare un giardino pubblico di sole camelie. Il Comune acquista così un terreno terrazzato abbandonato, che un tempo ospitava alcuni orti, attraversato da un corso d’acqua alimentato da sorgenti naturali di ottima qualità. Il Centro Culturale Compitese si...

Monte Faeta

Seconda cima del crinale, prende il suo nome dalle faggete che un tempo abbondavano sulle sue pendici. Facilmente raggiungibile, dalla sua cima si può godere di uno splendido paesaggio su Pisa, le anse dell’Arno, il mare in lontananza, e nelle giornate più limpide l’isola di Gorgona fino a tutte le isole del Mar Tirreno e la Versilia che si estende a nord-ovest verso la Liguria....

Passo di Dante

Passo che consentiva in epoche passate il passaggio tra la lucchesia e la piana pisana. “Questi pareva a me maestro e donno, cacciando il lupo e ‘ lupicini al monte per che i Pisan veder Lucca non ponno.” La Commedia Inferno canto XXXIII. In questi versi si sintetizza, secondo Dante, il ruolo di protezione e difesa del Monte Pisano. Il poeta da il nome al passo che consentiva ai nostri antenati...

Le Parole d’oro

Seguendo da Lucca le suggestive arcate si giunge al Tempietto di Guamo, il locale dove venivano convogliate le acque raccolte dal Monte Pisano dalla sorgente Serra Vespasiata, chiamata dai contadini locale Le Parole D’Oro a causa delle iscrizioni color oro poste su un ponticello a monte del Tempietto....

Valle delle Fonti

L'area protetta della Valle delle Fonti si estende per 195 ettari ed ha lo scopo di salvaguardare la parte più significativa di una valle ricca di sorgenti sfruttate fin dal XIV secolo per l'approvvigionamento idrico della città di Pisa. L'acquedotto e le strutture di captazione mostrano tutto il loro fascino e sono ancora oggi visibili lungo l'itinerario che dalla frazione di Asciano (San Giuliano Terme) conduce a Pisa. L'ambiente naturale presenta aspetti...

Parco fluviale del Serchio

Il Parco fluviale del Serchio si estende longitudinalmente tra Ponte a Moriano e Nozzano, mentre lateralmente comprende l’alveo fino agli argini più esterni, detti maestri. L’area interessata dal Parco Urbano riguarda il tratto compreso fra Monte S.Quirico e la località “il Palazzaccio” a S.Anna. Il Parco fluviale del Serchio raccoglie aree rappresentative di diversi ambienti ed oltre ad essere un luogo di grande valore sociale e ricreativo, ha un indubbio valore naturalistico,...

Falesia di Avane

La storica palestra di arrampicata ‘outdoor’ dei climber del triangolo Pisa-Viareggio-Lucca. Praticabile anche in pieno inverno e sorprendentemente ricca di vie medio-facili rispetto al vicino Camaiorese. Data l’elevata frequentazione di molte vie il calcare ha purtroppo perso la sua ruvidità originaria. Negli anni nuovi tiri si sono aggiunti fra quelli preesistenti ed altri sono stati richiodati in modo forse disomogeneo, creando confusione in molti settori sull’effettivo percorso delle vie. Nonostante questo...